Il web è il nostro punto di forza.

Tecnology

Google Gruppi si rinnova, ecco cosa cambia

Google Gruppi si rinnova, ecco cosa cambia - 5.0 out of 5 based on 5 votes

Google Gruppi è un applicazione inclusa negli account Google che proviene dal passato, dal mondo dei forum di discussione, ed era quasi abbandonata. Le aziende li usano per gestire le mailing list interne mentre i privati raramente ne ricordano l'esistenza. Eppure Google ha deciso di dare un'altra opportunità a questa applicazione annunciando novità a partire da oggi.

Il restyling di Google Gruppi

Il 26 maggio 2020 è arrivato l'annuncio, del tutto inatteso, circa il restyling di Google Gruppi che cambia veste e si migliora. Vediamo cosa cambia.

Nuovo Google Gruppi

Layout

La nuova versione di Google Gruppi ha un aspetto moderno e fresco, compresi i controlli che corrispondono a Gmail e altri servizi Google. Il material design è stato portato anche in Google Gruppi proponendo una navigazione migliorata con una riorganizzazione dei pulsanti e delle sezioni per un facile accesso. Anche l'esperienza utente è stata migliorata prevedendo solamente 3 step per la creazione di gruppi.

Funzionalità

Anche le funzionalità sono state riviste, a partire dalla ricerca che ora consente di fare filtri e ricerche segmentate per trovare con più facilità i contenuti e il riepilogo dei gruppi a cui si appartiene è stato riorganizzato per semplificare la visione panoramica. Sul modello di Gmail ora gli argomenti vengono raggruppati in conversazioni.

Date di rilascio

Il 26 maggio gli amministratori G Suite potranno attivare o disattivare i nuovi gruppi dalla Console di amministrazione

Il 27 maggio i clienti di G Suite riceveranno automaticamente la nuova esperienza di Gruppi quando accedono a groups.google.com. Tuttavia, possono annullare l'iscrizione a nuovi gruppi e continuare a utilizzare i gruppi classici in base alle esigenze.

Il 9 giugno 2020 gli utenti nei domini G Suite a Rapid Release inizieranno a vedere nuovi gruppi

In una successiva data da stabilire, riporta Google, comunque annunciata almeno 1 mese prima, tutti gli utenti verranno migrati alla nuova versione di Gruppi e i gruppi "classici" non saranno più disponibili.

Addio alle mailing list?

L'unico dubbio resta sulle mailing list che, stando al modello di email che Google suggerisce di mandare agli utenti, recita "alcune funzionalità, come le caselle di posta collaborative, tuttavia, non saranno disponibili nei nuovi gruppi fino a dopo il 2020." una frase allarmante per molte aziende che scrivono a tutti i dipendenti usando liste di distribuzione create proprio grazie a Gruppi.

Per questo ho chiamato l'assistenza G Suite chiedendo spiegazioni e l'operatore ha aperto una consulta interna per rispondermi, nei prossimi giorni, con maggiori certezze di quanto riportato sulle guide. Su questo vi farò sapere.

G Suite

Se invece la tua azienda è tra le poche che ancora non usa G Suite, contattami per un preventivo, al momento sono disponibili sconti del 20% per 1 anno fruibili per chi attiva un nuovo account G Suite oltre ai consueti 30 giorni di prova gratuita utili per provare di persona il servizio prima di implementarlo in tutta l'organizzazione.

Articolo di Marco Galassi fonte Google

Tags: CMS, G Suite