Il web è il nostro punto di forza.

Google URL shortener chiude il servizio
Tecnology

Google URL shortener chiude il servizio a favore di Firebase

Google URL shortener chiude il servizio a favore di Firebase - 5.0 out of 5 based on 4 votes
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (4 Votes)

Google shorten Url chiude lasciando spazio a Firebase Dynamic Links. Lo annuncia Google che ha lanciato Google URL Shortener nel 2009 per aiutare le persone a condividere più facilmente link e misurare il traffico online.

Google URL Shorten consoleDa allora sono stati introdotti molti servizi alternativi per abbreviare gli URL e le modalità con cui le persone trovano contenuti online sono radicalmente cambiati.

Inizialmente la sfida era tra desktop e mobile, oggi il ventaglio si amplia tra assistenti domestici, App e navigazione web. A questo cambiamento, ritiene Google nella nota, occorre andare di pari passo con altrettanta innovazione anche superando il semplice sistema di abbreviazione degli url inizialmente concepito.

Gogole URL Shortener è stato un grande strumento che siamo orgogliosi di aver costruito. Guardando al futuro, siamo entusiasti delle possibilità offerte da Firebase Dynamic Links, in particolare per quanto riguarda il rilevamento dinamico della piattaforma e i collegamenti che sopravvivono al processo di installazione dell'app.

Google abbandona il progetto goo.gl

La chiusura del servizio è stata annunciata con un comunicato sul sito goo.gl visibile a tutti gli utenti e un approfondimento sul blog inglese di Google che riportiamo di seguito.

Google URL Shorten chiude

A partire dal 30 marzo 2018 , rifiuteremo il supporto per la riduzione dell'URL goo.gl. Dal 13 aprile 2018 solo gli utenti esistenti saranno in grado di creare collegamenti brevi sulla console goo.gl. Sarai in grado di visualizzare i tuoi dati di analisi e scaricare le informazioni del link breve in formato csv per un massimo di un anno, fino al 30 marzo 2019 , quando interromperà goo.gl. 

Cosa cambia per gli utenti?

A partire 13 Aprile 2018, gli utenti anonimi e gli utenti che non hanno mai creato collegamenti brevi prima di oggi non saranno in grado di creare nuovi collegamenti brevi attraverso la console goo.gl. Se stai cercando di creare nuovi collegamenti brevi, ti consigliamo di utilizzare i collegamenti dinamici Firebase o di controllare i servizi più popolari come Bitly e Ow.ly come alternativa.

Se disponi di link brevi goo.gl esistenti, puoi continuare a utilizzare tutte le funzionalità della console goo.gl per un periodo di un anno, fino al 30 marzo 2019, quando interromperà la console. Puoi gestire tutti i tuoi link brevi e le loro analisi attraverso la console goo.gl durante questo periodo.

Dopo il 30 marzo 2019, tutti i collegamenti continueranno a reindirizzare verso la destinazione prevista. I tuoi link brevi esistenti non verranno migrati alla console Firebase, tuttavia, sarai in grado di esportare le informazioni di collegamento dalla console goo.gl.

Per gli sviluppatori

A partire dal 30 maggio 2018, solo i progetti che hanno accesso alle API di Shortener di URL prima di oggi possono creare collegamenti brevi. Per creare nuovi collegamenti brevi, consigliamo le API FDL. I collegamenti brevi FDL rileveranno automaticamente la piattaforma dell'utente e invieranno l'utente al Web o alla tua app, a seconda dei casi.

Se stai già usando API Shortener URL per gestire i link brevi goo.gl, puoi continuare a utilizzarli per un periodo di un anno, fino al 30 marzo 2019, quando il supporto alle API sarà interrotto.

Come per gli utenti, tutti i collegamenti continueranno a reindirizzare verso la destinazione prevista dopo il 30 marzo 2019. Tuttavia, i collegamenti brevi esistenti non verranno migrati alla console/API di Firebase. 

Articolo di Marco Galassi fonte Google