Il web è il nostro punto di forza.

G Suite durata della sessione personalizzabile

Durata sessione G Suite, ora si personalizza la scadenza

Durata sessione G Suite, ora si personalizza la scadenza - 5.0 out of 5 based on 2 votes
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (2 Votes)

Per proteggere i dati dell’organizzazione gli utenti G Suite devono loggarsi ogni due settimane nei servizi utilizzati tramite browser come Gmail o Drive. In alcuni casi però, è opportuno ridurre questo lasso di tempo per garantire la sicurezza delle informazioni. Il tipico caso è il lavoro in mobilità dove i dipendenti accedono ai dati dell’azienda al di fuori della rete aziendale esponendosi a tutte le vulnerabilità connesse.

Per questo G Suite ha introdotto la possibilità per gli amministratori di specificare la durata delle sessioni web per i servizi Google. In questo modo l’utente verrà automaticamente disconnesso al termine di tale durata e verrà richiesto di reinserire le proprie credenziali di accesso.

G Suite durata sessione applicazioni web

Queste impostazioni si applicano a tutte le sessioni Web desktop e alle sessioni del browser mobile. Le app mobili native, come Gmail per Android e iOS, non sono influenzate da queste impostazioni. Queste impostazioni si applicano anche ai domini in cui Google è responsabile per il login (ovvero, dove Google è il provider di identità) e non ai domini che federano a un altro provider di identità utilizzando SAML. Il supporto per questi domini verrà aggiunto in futuro.

G Suite, verifica in due passaggi

G Suite autenticazione a dure fattoriQuando l’utente accede con il proprio indirizzo email di G Suite viene proposta l’opzione “ricorda questo computer”. Quando selezionata non viene più richiesto il secondo fattore di autenticazione anche disconnettendosi dalla sessione e riaccedendo.

Nell’ambito delle novità annunciate ora gli amministratori saranno in grado di disabilitare questa opzione e obbligare i propri utenti ad autenticarsi con due fattori ogni volta che effettuano il login.

Quando è selezionato "Consenti all'utente di fidarsi del dispositivo con la verifica in due passaggi", verrà visualizzata la casella di controllo. Questo è l'impostazione predefinita. Quando è selezionato "Non permettere all'utente di fidarsi del dispositivo con la verifica in due passaggi", l'utente sarà costretto a sottoporsi a una verifica a due step di autenticazione ogni volta che esegue l'accesso.

G Suite, disabilitare ricorda secondo fattore di autenticazione

Queste impostazioni sono disponibili nella Console di amministrazione in Sicurezza> Impostazioni avanzate. Queste impostazioni non hanno alcun impatto sugli utenti che non sono registrati in 2SV.

Rilascio della modifica

Il rollout è previsto in 15 giorni, gradualmente per le diverse App di G Suite e progressivamente sui diversi tipi di account a partire dal 27 marzo 2018.

Amministrazione G Suite

Amministrare un account G Suite può essere un vero e proprio lavoro. Seguire tutti i rilasci settimanali della suite, studiarne l’impatto sull’organizzazione e gestire la comunicazione interna affinchè tutti siano preparati ai costanti miglioramenti è un’attività che porta via tempo. Per questo potresti aver bisogno di un G Suite Administrator certificato da Google, una risorsa esterna che cura l’amministrazione dell’account e contribuisce in tutte queste attività o ti supporta nell’implementazione iniziale. Se la cosa ti incuriosisce contattami in privato per approfondire, capiremo insieme come collaborare.

Articolo di Marco Galassi fonte Google

Tags: G Suite