Il web è il nostro punto di forza.

Il 30% dei siti è realizzato con Wordpress

Oltre il 30% dei siti è fatto con Wordpress

Oltre il 30% dei siti è fatto con Wordpress - 5.0 out of 5 based on 3 votes
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)

Il 1 febbraio 2018 Wordpress ha superato quota 30% di diffusione tra tutti i CMS in uso dai webmaster. E' un dato che cercavo da tempo e che mi interessava per comprendere quale sia il CMS più diffuso e quali margini di mercato vi siano per chi, comme me, è un webmaster con conoscenze sia di Joomla che di WordPress.

La classifica dei CMS a febbraio 2018

  • Wordpress 30,1 %
  • Joomla 3,1 %
  • Drupal 2,2 %
  • Magento 1,2 %
  • Shopify 1,0%

Cresce wordpress: dilagano i blog

Dal mio punto di vista, questo dato esprime meglio di tante altre parole la notevole diffusione che i blog hanno avuto negli ultimi tempi visto che i siti fatti con Wordpress sono per lo più blog.

Mentre inizialmente "avere un sito" era un'impresa per pochi preparati con forti conoscenze informatiche, negli ultimi anni la moda di scrivere articoli su qualsiasi tema è letteralmente esplosa partendo proprio dalla disponibilità di Wordpress.org di far avere un sito a chiunque, quel chiunque che spesso non ha idea di come mantenerlo, ma che spesso si lancia all'avventura per imparare "sul campo".

Da li la diffusione di blog privati, diffusi da quando Wordpress ha permesso di creare installazioni separate ed autonome dal portale padre. In quegli anni sono nati milioni di siti che trattano argomenti di ogni genere a cura per lo più di privati che scrivono per passione. Sarebbe interessante vedere dei siti analizzati quanti è ancora mantenuto e aggiornato.

Wordpress ideale per i blogger

Wordpress è una soluzione consigliabile a tutti coloro i quali amano scrivere e contano di farlo per popolare il web di articoli relativi alle proprie passioni, magari da condividere poi su Facebook e Twitter creando movimento attorno alla creazione di articoli. Non è certamente un CMS sicuro e questo aspetto ne esclude svariati utilizzi. Per siti di grosse dimensioni la gestione può risultare molto complessa e limitativa, alcune modifiche che non sono concepite nei plugin già sviluppati sono da fare a mano scrivendo codice di programmazione e molto spesso ci si trova a indagare su anomalie che si riscontrano. Per esigenze più professionali in termini di sicurezza e mole di dati resto dell'idea che Joomla non si batta. Ci vorrà più tempo a configurarlo inizialmente ma la sua stabilità ripaga.

Certamente però la semplicità di WordPress è stata premiata con questa immensa diffusione. Si dice che se sai usare Facebook saprai anche usare WordPress ed è vero (a grandi linee) anche se il profilo dell'utente medio di Facebook non dovrebbe corrispondere con le competenze richieste ad un webmaster che ha responsabilità civili e penali spesso sottovalutate.

Joomla ideale per portali

Se è vero che Wordpress è ideale per i blogger è altrettanto vero che Joomla resta ineguagliabile per i siti più complessi, in cui occorre creare livelli di permessi, aree riservate, funzionalità specifiche per quel settore, o anche solo portali di grandi dimensioni.

La classifica dei CMS in Italia

Visto che dall'America ci giungono i risultati di queste classifiche mi interesserebbe capire meglio come si orientano i webmaster italiani. Ecco quindi il link per indicare il tuo sito e il CMS che utilizza così da poter stilare una classifica italiana della diffusione dei CMS. Le compilazioni andranno ad alimentare questa pagina web dai risultati fruibili a tutti.

Articolo di Marco Galassi fonte w3techs

Tags: Wordpress