Il web è il nostro punto di forza.

Google e le Elezioni 2018
Marketing

Google si prepara in vista delle elezioni del 4 marzo 2018

Google si prepara in vista delle elezioni del 4 marzo 2018 - 5.0 out of 5 based on 2 votes
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (2 Votes)

Come rinnovare la tessera elettorale? Cosa fare in caso di smarrimento della tessera elettorale? dove andare a votare? Con l’avvicinarsi dell’appuntamento elettorale, Google ha ritenuto importante facilitare il reperimento delle informazioni sulle elezioni 2018 favorendo il reperimento delle informazioni specialmente da mobile.

L'obiettivo dichiarano sono elezioni più consapevoli con informazioni facilmente fruibili. Per questa ragione, Google ha annunciato di lavorare per rendere queste informazioni immediatamente accessibili da smartphone.

Info Elezioni 2018 da mobile su Google

Effettuando su Google una ricerca legata alle elezioni, nelle due settimane precedenti il 4 marzo, sarà possibile che compaia una scheda che raccoglie i link a queste informazioni. Tale link che rimanderà direttamente al sito e al canale YouTube creati dal Ministero dell’Interno e dalla Presidenza del Consiglio per le elezioni politiche 2018.

Post Google a disposizione dei partiti

Oltre alle informazioni sulle elezioni fruibili da mobile, Google ha annunciato di aver messo a disposizione del ministero dell'Interno, dei partiti politici e dei loro leader lo strumento Post su Google ovvero testi, foto o video che compaiono nel riquadro destro dei risultati di ricerca (il Knowledge panel) con cui solitamente big G completa le informazioni di una ricerca su una persona, partito, azienda.

I leader di partito e i partiti per i quali esiste una scheda Knowledge panel avranno quindi la possibilità, se lo vorranno, di utilizzare questo strumento per condividere le proprie posizioni relativamente a temi a cui tengono particolarmente.
Tutti i contenuti saranno interamente curati dai leader e dai partiti politici, senza l’intervento di Google. In questo modo Google conta di aiutare gli elettori a fare scelte più informate e, nel contempo, offrire a tutti i partiti grandi e piccoli la stessa opportunità di esprimersi.

Articolo di Marco Galassi fonte Google