Il web è il nostro punto di forza.

Google per il no profit
Tecnology

G Suite gratis per il no-profit, associazioni, fondazioni, cooperative possono averlo

G Suite gratis per il no-profit, associazioni, fondazioni, cooperative possono averlo - 5.0 out of 5 based on 1 vote
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (6 Votes)

Ho curato l'implementazione di G Suite nell'Associazione italiana della Croce Rossa, e ho impiegato parecchio tempo per comprendere bene quale sia la procedura e i servizi inclusi (ed esclusi) forniti gratuitamente alle organizzazioni no profit e ve lo racconterò in questo articolo in cui vedremo la procedura per iscrivere una ONG a Google per il no-profit arrivando ad ottenere G Suite gratis.

Google supporta le organizzazioni ONG di tutto il mondo ed ha un programma specifico chiamato Google per il no-profit volto a fornire i propri strumenti gratuitamente in alcuni casi. Google per il no-profit è il contenitore all'interno del quale vi sono tutti i servizi che vengono forniti gratuitamente alle ONG tra cui anche G Suite gratis.

Google per il no-profit

Google per il no-profit è il programma di Google per le organizzazioni no profit ed include sostanzialmente agevolazioni o gratuità su 5 servizi marchiati Google:

  1. G Suite per il no-profit
  2. Google Ad Grants
  3. Programma no-profit Youtube
  4. One Today di Google
  5. Google Earth per il sociale

Requisiti per accedere a Google per il no-profit

Google per il no-profit è il programma destinato alle ONG di tutto il mondo che ti permette di ottenere G Suite gratis per la tua organizzazione. La valutazione dei requisiti, per l'Italia, non è curata da Google in prima persona ma da SocialTechno, la divisione italiana di TechSoup Global, organizzazione famosa in ambito ITC-noprofit che si occupa di raccogliere licenze e hardware donato da grossi brand (Cisco, Microsoft, Google ecc...) e ridistribuirlo alle ONG offrendolo a prezzi stracciati. Per accedere al programma di Google per il no profit occorre iscriversi a TechSoup, fornire la documentazione e ottenere l'accesso al portale. Da li si potrà ottenere l'associazione di un account Google all'organizzazione che si rappresenta abilitando quell'account a tutti i benefici del programma.

Questo il primo requisito per accedere al programma Google per il no-profit e ottenere G Suite gratis. Il secondo requisito è "essere uffici italiani di organizzazioni non governative (ONG), associazioni, fondazioni o società cooperative registrate come organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), istituzioni religiose registrate o altre organizzazioni operanti come non profit che si dedicano ad attività di pubblica utilità, che possono includere associazioni, fondazioni, associazioni di promozione sociale, società cooperative o consorzi delle organizzazioni precedenti".

Requisiti per iscriversi a TechSoup

Token di validazione TechSoupGoogle non pone molti limiti, tuttavia l'iscrizione a TechSoup non è aperta a tutti. Di preciso si possono iscrivere:

le associazioni, le fondazioni, e le cooperative sociali registrate come organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), le istituzioni religiose registrate l’Agenzia delle Entrate, altre organizzazioni senza fine di lucro che svolgono attività di utilità sociale, che possono includere le seguenti forme giuridiche: associazioni, fondazioni, associazioni di promozione sociale, cooperative sociali, consorzi delle organizzazioni precedenti nonchè le sedi italiane delle organizzazioni non governative (ONG) registrate con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Ottenere G Suite gratis

Una volta completato il percorso di iscrizione a TechSoup si ottiene un codice con il quale è possibile associare un account Google esistente all'organizzazione. Con quell'account sarà possibile attivare i servizi desiderati previsti (G Suite, Ad Grants, Youtube, One Day, Earth). E' bene ricordare che questo account, che sarà associato all'organizzazione, quindi abilitato a Google per il no-profit, deve essere creato da zero. Non utilizzare mai un tuo account Google personale già esistente. In questo modo quando dovrai passare in consegna le credenziali avrai separato i tuoi dati personali dall'account aziendale.

Per iniziare la procedura di iscrizione ti suggerisco di partire da questa pagina della Guida, in questo modo potrai iniziare la procedura e iscriverti a TechSoup.

Cosa è incluso in G Suite per il no-profit

G Suite per il no profitMentre attenderai l'esito dell'iscrizione ti potrebbe interessare conoscere di preciso cosa è incluso e quali sono i limiti previsti. Ecco, qui rimarrai ulteriormente stupito. Partiamo con il dire il numero di utenti gratis inclusi. Sebbene non si trovi scritto da nessuna parte il limite di utenti di un piano G Suite per il no profit di Google è di 5000 utenti. Si scopre parlando con l'assistenza per telefono. Man mano che si creano utenti si può però richiedere l'ampliamento del limite (sempre gratuito) che avviene a blocchi di 5.000 utenze gratis alla volta. Quello che chiedono è di essere vicini alla soglia così da giustificare internamente l'ampliamento del limite. Ogni account ha 30 Gb di spazio utilizzabile tra i vari servizi della suite. Naturalmente questo limite può essere espanso con piani più grandi a pagamento, operazione che deve fare il singolo utente dal suo pannello utente, non può essere centralizzata nel bene e nel male. Il pacchetto include Drive for team, il nuovo sistema che permette di dismettere file server e cartelle di rete ed ottenere tutto ciò archiviato nel cloud di Google, sempre a costo zero. Come se non bastasse il sistema di videoconfernze, Google Meet, con 25 utenti contemporanei in ogni conferenza e nessun limite di conferenze simultanee che ciascun utente potrà avviare in autonomia. Infine, cosa non scontata, l'assistenza tecnica in italiano (chat, mail e telefonica) inclusa per gli amministratori, decisamente molto gentile e preparata.

Una volta attivato l'account G Suite è da configurare affinchè funzioni correttamente con il dominio prescelto impostando DNS, DKIM e SPF e curando tutte le impostazioni iniziali necessarie. Talvolta occorre gestire la migrazione della posta da vecchi sistemi a Gmail e tutto ciò è attività da tenere presente e pianificare perchè impegnerà svariato tempo. Se ho scritto tutto ciò, è perchè sono G Suite Administrator certificato da Google e posso aiutarti nell'affrontare tutto ciò. Il mio lavoro è fornire le consulenze necessarie alle organizzazioni che necessitano di supporto in questi ambiti, quindi contattami, e  individuiamo assieme come posso essere d'aiuto per affrontare questo percorso.

Articolo di Marco Galassi fonte Google

Tags: G Suite